Norme per l'acquisto della cittadinanza italiana
La cittadinanza italiana si acquista:
•per nascita
•per adozione
•per matrimonio
•per beneficio di legge
•per naturalizzazione a seguito di Decreto del Presidente della Repubblica
Per maggiori informazioni accedi al sito del Ministero dell'Interno
I cittadini stranieri che intendono acquistare la cittadinanza italiana per matrimonio o per residenza (per naturalizzazione) devono compilare i moduli ministeriali modello A per matrimonio, modello B per residenza, che si trovano in fondo alla pagina.
La domanda deve essere consegnata personalmente o inviata per posta raccomandata con ricevuta di ritorno a:
Prefettura di Pavia- Ufficio Territoriale del Governo
Piazza Guicciardi,1 27100 PAVIA
Perchè la cittadinanza abbia efficacia, l'interessato deve prestare giuramento "di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato" dinanzi all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di Rocca Susella, previa regolarizzazione del pagamento dell'imposta di bollo (16,00€) e previo appuntamento con l'Ufficio Cittadinanza del Comune di Rocca Susella (tel. 0383.99004).
La cittadinanza ha effetto dal giorno successivo al giuramento.
Orari di apertura al pubblico dell'Ufficio Cittadinanza: dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.30, il sabato dalle ore 08.30 alle ore 12.00. 
Altri casi di acquisto della cittadinanza italiana
Riconoscimento cittadinanza italiana "jure sanguinis"
I cittadini stranieri di antico ceppo italiano ed i discendenti di persone nate e già residenti nei territori appartenenti all'impero austro-ungarico possono ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana jure sanguinis, presentando domanda al Comune italiano di residenza in bollo da 16,00€, oppure all'Autorità Consolare in caso di residenza all'estero, ai sensi delle circolari del Ministero dell'Interno n. K.28.1 dell'8.4.1991 e n. K.78 del 19.2.2001.
Possesso ininterrotto della cittadinanza italiana
Le cittadine italiane coniugate con cittadini stranieri dopo il 1° gennaio 1948, che hanno perso la cittadinanza italiana per effetto della Legge n. 555 del 13.6.1912, possono ottenere che venga loro riconosciuto il mantenimento ininterrotto della cittadinanza italiana, presentando domanda al Comune italiano di residenza in bollo da 16,00€, oppure all'Autorità Consolare in caso di residenza all'estero, ai sensi della circolare del Ministero dell'Interno n. K.60.1 dell'8.1.2001.
Linea amica Sentieri 
torna all'inizio del contenuto