Guida al contrassegno per disabili:

N.B.: con decorrenza 15.9.2012 entra in vigore il DPR 151/2012 che ha recepito il nuovo modello di contrassegno per la circolazione dei disabili “formato europeo”. Il nuovo modello prevede l’apposizione di una fototessera sul contrassegno.

Si invitano dunque i richiedenti a presentare, in sede di domanda, due fototessere recenti per l’avvio della pratica.

Cos'è il contrassegno per disabili Il "contrassegno per disabili" è previsto dall'art. 381 del Regolamento di attuazione del Codice della Strada (DPR 495/1992) che permette alle persone disabili di beneficiare di alcune facilitazioni nella circolazione e nella sosta dei veicoli.

Come si utilizza Il contrassegno è strettamente personale e pertanto può essere utilizzato unicamente in presenza dell'intestatario, non è riferito ad uno specifico veicolo, né subordinato al possesso della patente di guida. Il contrassegno va esposto in originale sul parabrezza anteriore del veicolo quando il disabile è alla guida o è accompagnato da terzi, ed è valido su tutto il territorio italiano e nei Paesi dell'Unione Europea.

Chi può richiedere il contrassegno Il contrassegno può essere chiesto dalle "persone disabili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta". L’invalidità può anche essere temporanea. La possibilità di ottenere il "contrassegno per disabili" è stata riconosciuta anche ai non vedenti.

Come e dove si chiede La domanda di rilascio del contrassegno si presenta al Comune presentando domanda ed esibendo certificato di invalidità rilasciato dalla ASL. Il Comune di Rocca Susella rilascia il contrassegno agli aventi diritto, gratuitamente.

Cosa è vietato Il contrassegno per disabili, anche se esposto, non autorizza alla sosta: •sui marciapiedi; •negli spazi per i mezzi pubblici; •in corrispondenza o prossimità delle intersezioni; •sugli sbocchi dei passi carrabili; •in corrispondenza di dosso o curva; •contro il senso di marcia; •sugli attraversamenti pedonali e ciclabili; •sulle piste ciclabili; •in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione; •in seconda fila; •davanti ai cassonetti per i rifiuti urbani; •negli spazi riservati ai mezzi di soccorso e di polizia; •in ogni luogo dove la sosta rechi comunque grave intralcio

E' inoltre vietato: •utilizzare il contrassegno in assenza dell’intestatario. Ogni altro utilizzo è abusivo. •realizzare e utilizzare copie del contrassegno; •l’utilizzo di contrassegni contraffatti o scaduti;

Nel caso di decesso dell’intestatario, la validità del contrassegno decade automaticamente. I possessori del medesimo sono pertanto tenuti a riconsegnarlo al Comune. Ogni suo ulteriore utilizzo è illecito.

Se il contrassegno non è esposto il veicolo non è mai autorizzato a sostare o circolare e sarà quindi sanzionato di conseguenza.

Durata La durata del contrassegno dipende dal periodo indicato nel certificato medico presentato. La durata massima è di 5 anni anche se l'invalidità è permanente, scaduti i quali è necessario provvedere al rinnovo.

Smarrimento o furto In caso di smarrimento o furto del contrassegno, al fine di ottenere un duplicato del tagliando, è necessario produrre verbale di denuncia. Qualora il permesso originale venga recuperato, esso va riconsegnato presso gli uffici o al Comando di Polizia Municipale.

Per ulteriori chiarimenti e informazioni è possibile chiamare il numero 0383.99004 Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.15 e il giovedì continuato dalle ore 9.00 alle 15.45.

Linea amica Sentieri 
torna all'inizio del contenuto